Codex: 126

Century:XIV ex. (Marche, ad es. 1383, 1385, 1386)
Material:cartaceo
Size (mm):300x225
Foliation:I-IV+235+V
Columns:2 e 1

Description

Altre segnature: In pluteo ix; 477 (cancellata); 528 (antiche); B-VI-3; XXXVII-3. Bianchi i ff. ga_a, ga_bv, ga_c, ga_dv, gp_e, 1v-2r, 72v-73v, 200r-202r, 235v. Scrittura: corsive e semicorsive del tipo della semigotica delle carte; semigotica nitida per il testo n. 129 (ff. 189-195). Fascicoli generalmente di ff. 5 spesso con richiamo. Foliazione recente a matita, in cifre arabiche, sul marg. inf. destro. Legatura in assi con cuoio operato ricoperto da pelle chiara deteriorata sul dorso. Tracce di fermagli perduti. Scheda di Martínez de Pons al f. ga_dr, che ripete l'indice del contenuto del codice, di mano cinquecentesca, a f. 1r (a f. 2v diversa mano cinquecentesca: compendiosa tancredi, tractatus consilia repetitiones diversorum). Per il nome di un copista cf. nu. 2, ove anche il nome del possessore Gentile, ricorrente anche altre volte. Nella nota di f. 81r che segue il consilium messo sotto il nu. 10 Gentile si dichiara podestŕ di San Severino Marche nel 1383, il che ne permette l'identificazione con Gentile di Lippo da Montolmo, presente nella serie di podestŕ formata da V. E. Aleandri e conservata, parte a stampa e parte manoscritta, presso la Biblioteca Comunale di quella cittŕ (segn. 5.G.7.91). A f. 234v in me., nu. 164: Nota quod bar. obivit anno 1358 13° Iulii.

Works

Bibliography

A. Martínez de Pons, Bibliotheca Albornotiana. Continet manuscriptos codices qui adservantur in Regali ac Majori Collegio Hispanorum gratia ab eximio Card. Albornotio erecto..., ad cod. [MS nella Biblioteca del Collegio. Le descrizioni relative ai codici civilistici sono state parzialmente edite a stampa da M.J. Peláez, ‘Catálogo de la documentación’ p. 485-548, specialm. 504-528], dal quale dipendono F. Blume (Bluhme), Bibliotheca librorum manuscriptorum Italica. Indices bibliothecarum Italiae ex schedis Maieri eslingensis, Haenelii lipsiensis, Gottlingii ienensis, Car. Wittii, suisque propriis, p. 105 e J.L.J. Van de Kamp, Bartolus de Saxoferrato. 1313-1357, p. 64, 72, 76, 97 (per i nu. 100, 131, 141 etc.), B. Paradisi, ‘La diffusione europea del pensiero di Bartolo e le esigenze attuali della sua conoscenza’, Bartolo da Sassoferrato. Studi e documenti per il VI centenario, I, p. 440 (per il nu. 129), F. Calasso, ‘Bartolo da Sassoferrato’, Dizionario biografico degli Italiani VI, p. 661, 658, 653, 658 (per i nu. 100, 129, 131, 141 [ma qui indicando erroneamente il MS 136]), P. O. Kristeller, Iter Italicum. A Finding List of Uncatalogued or Incompletely Catalogued Humanistic Manuscripts of the Renaissance in Italian and Other Libraries I, p. 27 (per il nu. 135) e G. Dolezalek (con la collaborazione di J.A.C.J. van de Wouw), Verzeichnis der Handschriften zum römischen Recht bis 1600 I, ad cod., con citazione di titoli bibliografici recenti; F. Fiumi, ‘Alcune ricerche sui manoscritti delle opere di Baldo degli Ubaldi nelle principali biblioteche d’Italia’, L’opera di Baldo, per cura dell’Universitŕ di Perugia nel V centenario della morte del grande giureconsulto (= Annali dell’Universitŕ di Perugia. Facoltŕ di Giurisprudenza 10-11 [1900-1901]; Perugia 1901), p. 399 (per i consilia di Baldo, ma senza il numero del MS); Mostra del Digesto e della storia dello studio di Bologna nella Biblioteca dell’Archiginnasio. Catalogo, p. 64 nu. 10 (senza il numero del MS). Cf. anche la bibliografia del MS 83.