Codex: 235

Century:XV (Perugia)
Material:cartaceo (I-III, membranacei)
Size (mm):300x225
Foliation:I-II+421+III
Columns:1

Description

Altre segnature: In pluteo x (antica); D-V-4; XXXII-4. Bianchi i ff. 245v, 304v-305v, 357v, 416-421. Scrittura corsiva, molto veloce, del tipo della semigotica delle carte; rubriche e lemmi in rozza e improvvisata testuale. Note marginali accompagnano il testo in modo pressoché continuo. Foliazione recente, in cifre arabiche a matita, sul marg. inf. destro. Prove di penna a f. 245v. Volante il f. 315; il f. 415 č perduto nella metŕ destra. Occasionali macchie d'umiditŕ sui margini non impediscono la lettura. Fascicoli di ff. 5, eccezionalmente di 3, 6. Legatura sciolta in assi con pelle chiara sul dorso. Sul piatto superiore all'esterno si legge: <...> host; all'interno č incollata la scheda di Martínez de Pons. Il f. ga_a, membr. (sec. XII), contiene un frammento del Codex (C. 3.1.13.8-3.1.17) con glosse (secundum b., secundum az.) parzialmente perdute per tagli o illeggibili per sovrapposizione di altri frammenti pergamenacei. Il f. ga_b, membr. (sec. XIV-XV), poco leggibile e con perdita di testo sul recto, eraso sul verso, sembra tratto da un formulario legale in uso presso la Curia romana. Su di esso una mano del sec. XVI annotň: Repet. Francisci Bartolini de Perusio super Codice (cancellato, segue: in rubrica de edendo). All'interno del piatto inferiore č incollato un frammento pergamenaceo con la parte finale della Nov. 17 corredata dell'apparato accursiano. Al nu. 2, f. 1r, marg. int.: Hic auctor fuit pater Bal. de Bartholinis preceptoris mei Caroli Crispi. A f. 126r marg. inf.: Hodie ixa. die martii papa Benedictus scripsit breve universitati scolarium Perusii offerens se paratum cedere ut scisma tollatur rogans scolares predictos ut in hoc cum papa Gregorio toto posse debeant insistere et operari (si riferisce agli anni 1407-9). A f. 185r: Explicit liber 3us. incipit. 4us. die xxiiii. madii. Al nu. 3, f. 279r, alla l. Si pater: Hec erit una lectio, ideo eam dimitto pro isto sero die xx. madii. Al nu. 4, f. 327v, marg. inf.: Io. de Lantria iii°. sermo. iiii. Quod in te sentis in aliis esse credis; a f. 328r, marg. inf.: Hodie iii°. decembris scitum fuit Perusii papam Venetum fuisse creatum cum hec I. Eos per dominum Sacchum legi deberet et hoc anno Domini m.cccc.vi. indictione xiiii.

Works

Bibliography

A. Martínez de Pons, Bibliotheca Albornotiana. Continet manuscriptos codices qui adservantur in Regali ac Majori Collegio Hispanorum gratia ab eximio Card. Albornotio erecto..., ad cod. [MS nella Biblioteca del Collegio. Le descrizioni relative ai codici civilistici sono state parzialmente edite a stampa da M.J. Peláez, ‘Catálogo de la documentación’ p. 485-548, specialm. 504-528], dal quale dipendono F. Blume (Bluhme), Bibliotheca librorum manuscriptorum Italica. Indices bibliothecarum Italiae ex schedis Maieri eslingensis, Haenelii lipsiensis, Gottlingii ienensis, Car. Wittii, suisque propriis, p. 96 e, per il suo tramite, G. Dolezalek (con la collaborazione di J.A.C.J. van de Wouw), Verzeichnis der Handschriften zum römischen Recht bis 1600 I, ad cod.; Mostra del Digesto e della storia dello studio di Bologna nella Biblioteca dell’Archiginnasio. Catalogo, p. 68 nu. 59 (senza il numero del MS); A. Padovani, Studi storici sulla dottrina delle sostituzioni, p. 360 nt. 27 (ma forse con riferimento ad altro MS).