Codex: 272

Century:XIV/1
Material:membranaceo
Size (mm):437x270 (310x180 ff.1r-90v; 303x
Foliation:I-II+118
Columns:2

Description

Altre segnature: In pluteo xxiiii; 617 (antiche); C-I-4; V-4. Bianchi i ff. ga_av, 48v, 118v, tagliati due fogli dopo il f. 118v. Fogli di guardia ga_a-ga_b all'inizio. Due corpi distinti compongono il codice: ff. 1-90 (Bottrigari e repetitiones) e ff. 91-118 (Dino). Scrittura gotica scolastica. Fascicoli di 10 fogli con richiami finali e foliazione moderna a matita in cifre arabiche. Indicazioni di pecia regolari (41) dal f. 5r al f. 86v ed altrettanto (8+5) dal f. 107va al f. 114rb. Legatura in assi coperte di pelle chiara scolorita con chiodi in ottone e fermagli rovinati. Sul taglio superiore: Butrig. ff. ve. La descrizione di Martínez de Pons č incollata all'interno del piatto superiore, ove sono visibili anche alcune parole di assai incerta lettura e il nome Iacomo bronpulo. Nel f. ga_ar note di conto: Inc. Iste sunt expense facte per me Benedictum in primis die xx. martii. In anguille solidos viiii. Item in pane eodem die solidos viii. Item in agli solidos ii. Item in salata den. viii. Item allo facchino den. viii.; des. Ho receputi da misser Guillelmo la vigilia de santa Iustina in nella fiera duc. ii. doro resta a dare duc. mezo. Nel f. ga_bv una mano del sec. XVI scrive: Iacobus Butrigarius super prima et iia. ff. veteris cum suis repetionibus in fine. Item Additiones Dy. super toto ff. novo. Questiones vero Iacobi Butrig. requirende sunt post Guil. de Cunio in membrana. Nel marg. inf. del f. ga_ar una mano del sec. XIV scrive: d. Alesandri de agrapat. Benevenut. subscripsit xviii. aprilis xv. indictione. Antonio Agrappati da Padova (cf. il nu. 1) puň forse essere identificato con l'omonimo assessore del podestŕ di Treviso nel 1344 [A. Gloria, Monumenti della Universitŕ di Padova (1318-1405) II, p. 23 nu. 1144 sotto la data 16.5.1344].

Works

Bibliography

A. Martínez de Pons, Bibliotheca Albornotiana. Continet manuscriptos codices qui adservantur in Regali ac Majori Collegio Hispanorum gratia ab eximio Card. Albornotio erecto..., ad cod. [MS nella Biblioteca del Collegio. Le descrizioni relative ai codici civilistici sono state parzialmente edite a stampa da M.J. Peláez, ‘Catálogo de la documentación’ p. 485-548, specialm. 504-528], dal quale dipendono F. Blume (Bluhme), Bibliotheca librorum manuscriptorum Italica. Indices bibliothecarum Italiae ex schedis Maieri eslingensis, Haenelii lipsiensis, Gottlingii ienensis, Car. Wittii, suisque propriis, p. 91, nonché (per il nu. 1) G. M. Mazzuchelli, Gli scrittori d’Italia cioč Notizie storiche intorno alle vite e agli scritti dei letterati italiani II iii, p. 1912, G. Fantuzzi, Notizie degli scrittori bolognesi II, p. 338, F.C. von Savigny, Geschichte des römischen Rechts im Mittelalter (2a ed) VI, p. 69; Mostra del Digesto e della storia dello studio di Bologna nella Biblioteca dell’Archiginnasio. Catalogo, p. 71 nu. 95 (senza il numero del MS); A.Campitelli Tognoni, ‘Bottrigari, Iacopo’, Dizionario biografico degli Italiani XIII, p.499; G. Dolezalek (con la collaborazione di J.A.C.J. van de Wouw), Verzeichnis der Handschriften zum römischen Recht bis 1600 I, ad cod.